Crea sito

MA COSA E' DAVVERO L'ANORESSIA?

a cura del prof. Gabriele Buracchi

L’Anoressia (dal greco an, senza + órexis, appetito) è uno stato morboso caratterizzato da sensibile diminuzione o da scomparsa dell'appetito; può essere determinata da affezioni organiche del tubo digerente che impediscono l'alimentazione, restrizioni dietetiche prolungate, malattie generali dell'organismo acute e croniche. La terapia dipende dalle cause dell'anoressia stessa, dalla sua durata e dalla sua gravità.

Il più diffuso tra questi disturbi è senz’altro l’ANORESSIA MENTALE, in cui in realtà non si ha una pardita dell'appetito come comunemente inteso, dato che le persone affette da questo disturbo continuano ad essere attratte se non addirittura ossessionate dal cibo.

Si tratta di un grave disturbo psicopatologico incentrato sul rifiuto più o meno esteso di alimentarsi, che porta in breve tempo ad una cospicua perdita di peso fino ad una vera e propria cachessia. L'Anoressia mentale insorge comunemente in giovani donne nel periodo dell'adolescenza, spesso appartenenti a livello culturale medio-elevato.

Si inscrive in quadri psicopatici molto complessi, caratterizzati da anaffettività, rifiuto della sessualità, tratti ossessivi e narcisistici (in contrasto con la magrezza, è frequente la ricerca di un abbigliamento molto appariscente, con colori vistosi e monili di ogni tipo). La causa prima è sconosciuta, ma si ritiene che alla base vi sia un disturbo della formazione della personalità dovuto a profondi conflitti sviluppatisi in ambito familiare prima e sociale dopo.

Il sintomo principale è il dimagrimento, sovente ricercato con ostinazione, cui si associa costantemente una notevole depressione psichica. Un altro sintomo è l'amenorrea, cioè l'assenza del ciclo mestruale, che in alcuni casi può precedere la perdita di peso.  Spesso al digiuno si alternano crisi di alimentazione eccessiva (bulimia), che vengono vissute dalla paziente con grande angoscia e senso di colpa e, non di rado, seguite dal vomito provocato.

Le possibilità di guarigione sono affidate a processi psicoterapeutici iniziati tempestivamente. Nei casi di estrema denutrizione è indispensabile ricorrere al ricovero in ospedale e all'alimentazione artificiale per via parenterale .

Come si sviluppa l' ANORESSIA?

Pur non essendo ancora del tutto chiarita la genesi di questo disturbo, come d'altronde degli altri DCA, attualmente sono stati individuati alcuni fattori di rischio che, pur con un'estrema semplificazione, possiamo così riassumere:

FATTORI DI RISCHIO A LUNGO TERMINE : (predisposizione genetica -come indicato da una maggiore incidenza della malattia fra consanguinei o gemelli monozigoti-, disturbi della personalità con forte insicurezza personale, insoddisfazione per il proprio aspetto fisico, manie di perfezionismo, estrema attrazione verso modelli di bellezza/magrezza ecc. Non dobbiamo sottovalutare l'estrema pressione sociale verso la magrezza, tipica della cultura occidentale, che è in moltissimi casi una premessa fondamentale all'esordio di questa malattia.Per molte ragazze può avere significato un fattore predisponente anche la vera e propria mitizzazione che è spesso stata fatta dell'Anoressia, associata alla ricerca di perfezione e successo.


FATTORI PRECIPITANTI: spesso esperienze familiari o sociali traumatizzanti che  determinano un crollo  dell' autostima  ma anche diete dimagranti iniziate magari per un lieve  problema di sovrappeso o per apprezzamenti di persone d’autorità


FATTORI DI MANTENIMENTO E RINFORZO: senso di dominio sul proprio corpo, aumento delle attenzioni da parte della famiglia, effetti del digiuno che, paradossalmente, risultano "gratificanti" e accentuano il rifiuto del cibo.

Fattori di rischio che dovrebbero essere tenuti presenti dagli operatori del settore, medici e nutrizionisti, prima della prescrizione di una dieta dimagrante, anche se giustificata da un punto di vista antropometrico, è l' appartenenza al sesso femminile e l'età adolescenziale

Concludendo

Possiamo dire che l'Anoressia è un grave disturbo psicologico che insorge, prevalentemente nel sesso femminile, tra i 10 ed i 30 anni, con una media di 17. Deve essere considerato grave perchè una percentuale del 4% delle anoressiche muore (secondo alcuni studi la percentuale sarebbe anche maggiore), mentre una percentuale molto maggiore rimane tutta la vita a combattere con il proprio peso e, quindi, in un perenne conflitto, con danni alla salute più o meno gravi. Devono essere seriamente presi in considerazione i rischi derivanti da comportamenti autolesivi e il rischio di suicidio.

Proprio per questi motivi anche i primi sintomi dell'Anoressia, a volte scambiabili per preoccupazioni puramente estetiche, non possono essere sottovalutati, ricorrendo all'opera di uno specialista. E' purtroppo importante notare come l'azione dei mass media con la continua esaltazione di modelli estetici irrealistici e patologici (basta guardare in televisione una sfilata di moda), proponga continuamente come desiderabile una immagine della donna assolutamente lontana dalla realtà. E' certamente compito della famiglia aiutare a sviluppare nelle giovani adolescenti una visione critica di questi modelli.


Prosegui con: BULIMIA

torna alla home page

per saperne di più, visita anche:

PSICOS

INTOLLERANZE ALIMENTARI

ANSIA E ATTACCHI DI PANICO

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CENTRO MEDICO REGGELLO

Consulenze  del prof.

Gabriele Buracchi :

FIRENZE. Tel 339 1244602

REGGELLO (Firenze). presso CENTRO MEDICO via Mentana 14 tel 055 868308 oppure per informazioni 339 1244602

FIGLINE VALDARNO (Firenze)
presso ERBORISTERIA IL GIGARO via Magherini Graziani 29 tel 055 9154221 oppure per informazioni 339 1244602

PRATO presso STUDI MEDICI V.le Montegrappa 24 tel 0574 575259 oppure per informazioni 339 1244602

QUARRATA (Pistoia) presso Studi Medici Galeno Srl via Ronchi 17 tel 0573 1940210

S.CROCE SULL'ARNO (Pisa) presso CENTRO SALUS tel 0571 34484 oppure per informazioni 339 1244602

PAGANICO (Grosseto) presso Ambulatorio Medico Corso Fagarè 48 tel 0564 905619

FOLLONICA (Grosseto) presso Istituto Fisiokinesiterapico Follonichese Via Bicocchi 1/E (ex-cartiera)tel 0566 263298

Per informazioni

339 1244602

oppure scrivere a info@psicos.org

 

I NOSTRI ARGOMENTI

HOME PAGE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: IL PERCHÉ EVOLUTIVO

INTOLLERANZE ALIMENTARI: COSA SONO

INTOLLERANZE ALIMENTARI: MECCANISMI D'AZIONE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: POSSIBILI SINTOMI

INTOLLERANZE ALIMENTARI: COME SCOPRIRLE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: DOVE EFFETTUARE IL TEST

INTOLLERANZE ALIMENTARI: EVITARLE ALIMENTANDOSI BENE

ALLERGIA AL NICHEL

MAGRI E SANI

GRASSO

PERCHE'SI INGRASSA

PANCIA E TESTA

DIMAGRIRE DAVVERO

MODIFICARE GLI STILI DI VITA

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

ANORESSIA

MA COSA E' DAVVERO L'ANORESSIA?

BULIMIA

MA COSA E' DAVVERO LA BULIMIA?

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (Binge)

OBESITA'

MA COSA E' DAVVERO L'OBESITA'?

CHE FARE?

I VARI TIPI DI TERAPIA

LA NATURA DEI DISTURBI D'ANSIA

COSA E' DAVVERO L'ANSIA?

ANSIA NORMALE E ANSIA PATOLOGICA

ANSIA (i criteri diagnostici)

AGORAFOBIA (i criteri diagnostici)

Sei ansioso? Prova con il nostro test

I LIBRI DI GABRIELE BURACCHI

LASCIA UN COMMENTO SUL BLOG

DAL MARZO 2008 IN TUTTE LE LIBRERIE

IL LIBRO PER CHI VUOLE DIFENDERSI DAL CIBO SPAZZATURA

MERENDINE, BIBITE, FAST FOOD

Contiene un CD calcolatore che vi permetterà di conoscere gli effetti dei prodotti industriali sul vostro organismo

DA GENNAIO 2008

IN TUTTE LE LIBRERIE

Il libro di Gabriele Buracchi per chi ha:

"PAURA DI VOLARE"

Contiene un CD con tecniche di rilassamento