Crea sito

INTOLLERANZE ALIMENTARI:

COSA SONO

a cura del prof. Gabriele Buracchi Nutrizionista e Psicologo

DIETOTERAPIA E CONSULENZE PSICOLOGICHE

prof. Gabriele Buracchi :

FIRENZE. Tel 339 1244602

REGGELLO (Firenze). presso CENTRO MEDICO via Mentana 14 tel 055 868308 oppure per informazioni 339 1244602

FIGLINE VALDARNO (Firenze)
presso ERBORISTERIA IL GIGARO via Magherini Graziani 29 tel 055 9154221 oppure per informazioni 339 1244602

PRATO presso STUDI MEDICI V.le Montegrappa 24 tel 0574 575259 oppure per informazioni 339 1244602

QUARRATA (Pistoia) presso Studi Medici Galeno Srl via Ronchi 17 tel 0573 1940210

S.CROCE SULL'ARNO (Pisa) presso CENTRO SALUS tel 0571 34484 oppure per informazioni 339 1244602

PAGANICO (Grosseto) presso Ambulatorio Medico Corso Fagarè 48 tel 0564 905619

FOLLONICA (Grosseto) presso Istituto Fisiokinesiterapico Follonichese Via Bicocchi 1/E (ex-cartiera)tel 0566 263298

Per informazioni

339 1244602

oppure scrivere a info@psicos.org

I primi studi che hanno portato al concetto di intolleranza alimentare, nascono dagli studi di Ecologia Clinica, disciplina nata negli USA a partire dagli anni '60. Secondo l’ecologia clinica, le reazioni avverse agli alimenti ed agli additivi sono piuttosto frequenti, potendo determinare o aggravare disturbi cutanei, intestinali, neurologici, reumatologici, respiratori ed anche psichiatrici ad andamento cronico.

Già nel 1925 alcuni allergologi americani cominciarono a  sospettare che l'esposizione, giorno dopo giorno, a cibi comuni (pane, latte, uova, ecc.) potesse provocare, in certi individui, disturbi fisici e mentali. Il dott. Arthur Coca, fondatore dell'American Journal of Immunology, professore di farmacologia al Cornell Medical Center, nel 1942 pubblica "Familiar non reaginic food allergy“. In questo articolo scientifico ipotizza che alcuni alimenti verso cui l'individuo e’ intollerante, possono causare un'accelerazione dei battiti cardiaci. Partendo da osservazioni su sua moglie e su se stesso, elabora il test del polso (o di Coca), che, sebbene non affidabile e preciso, è il primo dei test "alternativi" per la diagnosi di reazione avverse agli alimenti.

Il vero artefice delle ricerche di ecologia umana che hanno portato ad una più precisa definizione di "intolleranza chimica" è Ted Randalph, che pubblica un lavoro sulle reazioni allergiche mascherate (ritardate e non legate a risposte immunitarie) nel 1944. Perché Randalph capisse il fenomeno delle “reazioni mascherate" fu necessaria la conoscenza delle teorie sullo stress di Selye, formulate sulla rivista “NATURE” nello stesso anno.
Le reazioni avverse agli alimenti  seguono il ben noto andamento stabilito dagli studi di H. Selye caratterizzante la:

 SINDROME GENERALE DI ADATTAMENTO

In sintesi, dosi ripetute di cibo intollerante esauriscono le capacità di adattamento individuali cioè la relazione fra asse ipotalamo-ipofisi-surrene e sistema psiconeuroendocrino ed immunitario, causando accumulo di "veleni" (tossine) in grado di determinare o complicarequadri inaspettati come: sordità, reumatismo, cronico, cefalea, mucosite auricolare, dermatite, colite, depressione, ecc. Secondo molti studi,  il 5% dei casi di Disturbo da deficit d’attenzione/ iperattività (ADHD) sarebbero dovuti ad intolleranze alimentari.

Gli alimenti producono fondamentalmente due tipi  di reazioni da ipersensibilità:

igE

1) REAZIONI ALLERGICHE PROPRIAMENTE DETTE

Sempre provocate da meccanismi immunologici, Ig E  mediati e generalmente dose indipendenti

2) INTOLLERANZE

Così è definita ogni reazione indesiderata scatenata dagli alimenti, che sia dose dipendente ma che non passi attraverso meccanismi immunologici Ig E mediati, probabilmente dovuta all’attivazione di linfociti B con produzione di Ig G ed Ig A

Pur non potendo escludere che qualsiasi alimento possa provocare intolleranze, gli alimenti piu’ frequentemente responsabili sono:
LATTE, UOVA, FRUMENTO, GRANOTURCO, ZUCCHERO, CROSTACEI e PESCI

Meno di frequente sono implicati:
POMODORI ED ALTRE SOLANACEE, CECI ED ALTRE LEGUMINOSE, CAFFE’, CACAO, FRUTTA

Prosegui con: INTOLLERANZE ALIMENTARI. MECCANISMI D'AZIONE

Vuoi saperne di più sulle intolleranze, ma anche su dieta a Zona, corretta alimentazione, dimagrimento, peso forma, disturbi del comportamento alimentare e su tanti altri argomenti collegati?

per approfondire questi ed altri argomenti, visita :

PSICOS

MAGRI E SANI

ANSIA E ATTACCHI DI PANICO

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CENTRO MEDICO REGGELLO

I nostri argomenti:

HOME PAGE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: IL PERCHÉ EVOLUTIVO

INTOLLERANZE ALIMENTARI: COSA SONO

INTOLLERANZE ALIMENTARI: MECCANISMI D'AZIONE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: POSSIBILI SINTOMI

INTOLLERANZE ALIMENTARI: COME SCOPRIRLE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: DOVE EFFETTUARE IL TEST

INTOLLERANZE ALIMENTARI: EVITARLE ALIMENTANDOSI BENE

MAGRI E SANI

GRASSO

PERCHE'SI INGRASSA

PANCIA E TESTA

DIMAGRIRE DAVVERO

MODIFICARE GLI STILI DI VITA

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

ALLERGIA AL NICHEL

ANORESSIA

MA COSA E' DAVVERO L'ANORESSIA?

BULIMIA

MA COSA E' DAVVERO LA BULIMIA?

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (Binge)

OBESITA'

MA COSA E' DAVVERO L'OBESITA'?

CHE FARE?

I VARI TIPI DI TERAPIA

LA NATURA DEI DISTURBI D'ANSIA

COSA E' DAVVERO L'ANSIA?

ANSIA NORMALE E ANSIA PATOLOGICA

Sei ansioso? Prova con il nostro test

I LIBRI DI GABRIELE BURACCHI

LASCIA UN COMMENTO SUL BLOG

AL MARZO 2008 IN TUTTE LE LIBRERIE

IL LIBRO PER CHI VUOLE DIFENDERSI DAL CIBO SPAZZATURA

MERENDINE, BIBITE, FAST FOOD

Contiene un CD calcolatore che vi permetterà di conoscere gli effetti dei prodotti industriali sul vostro organismo

DA GENNAIO 2008

IN TUTTE LE LIBRERIE

Il libro di Gabriele Buracchi per chi ha:

"PAURA DI VOLARE"

Contiene un CD con tecniche di rilassamento