Crea sito

I VARI TIPI DI TERAPIA

a cura del prof. Gabriele Buracchi

LA TERAPIA COMPORTAMENTALE

Basata sulla teoria dei riflessi condizionati e sulla teoria del'apprendimento, ha come oggetto del trattamento direttamente il comportamento disfunzionale, ovvero il sintomo e non, come avviene in altri tipi di terapia, la struttura intrapsichica, le relazioni interpersonali od il sistema familiare.

A seguito dell'osservazione sistematica del sintomo e delle circostanze in cui avviene, si ha la prescrizione di comportamenti e di modifiche delle variabili ambientali che possono condizionare il comportamento, l'addestramento a nuove competenze che mettano in grado la persona di di far fronte agli stimoli che possono avviare o mantenere i sintomi. La tendenza attuale è quella di associare la terapia comportamentale a quella cognitiva, che ne costituisce uno sviluppo. Si parla infatti di terapia cognitivo-comportamentale.

LA TERAPIA COGNITIVA

Interviene sulla distorsione dei contenuti cognitivi ed emotivi in rapporto al comportamento alimentare e all'immagine corporea.
cercando di modificare il comportamento attraverso un cambiamento delle convinzioni personali che regolano la rappresentazione del problema stesso, favorendo l'adozione di modelli cognitivi più realistici e meno rigidi.

Vengono usate tecniche terapeutìche attive, direttive e limitate nel tempo.La terapia cognitiva si focalizza su distorsioni cognitive quali le preoccupazioni eccessive per la forma ed il peso corporeo, il ragionamento dicotomico, l'estremo perfezionismo, la bassa autostima. Le persone vengono addestrate a padroneggiare problemi e situazioni che prima consideravano insuperabili, rivalutando e correggendo i loro pensieri.


LA TERAPIA PSICANALITICA

Se originariamente la psicoanalisi considerava i disturbi dell'alimentazione come sintomi/esito di conflitti psìchici riguardanti la sessualità e l'aggressività e originatisi essenzialmente nei primi tempi dello sviluppo infantile, dalla metà degli anni '60 è invece stata posta l'enfasi soprattutto sulle carenze nella costituzione di una identità psichica matura e coesa, sul deficit di autostima, sul disconoscimento degli stimoli corporei, sul conflitto tra autonomia e dipendenza nei rapporti interpersonali, sul fallimento del processo evolutivo di separazione/individuazione (separazione dalle figure parentali e definizione di una propria identità individuale).

E' evidente che la paziente con anoressia potrà iniziare una terapia psicoanalitica solo dopo aver raggiunto un sufficiente recupero ponderale; ugualmente per la paziente con severa sintomatologia bulimica sarà opportuna una fase preliminare di riabilitazione nutrizionale che ridimensioni la patogenicità del sintomo. Questo in considerazione dell'estrema lunghezza nonchè del costo di questo tipo di terapia.

LA TERAPIA FAMILIARE

Per lo più la terapia familiare interviene sulle modalità di comunicazione e sul tipo di strutture presenti nella famiglia, considerando tutti i suoi membri come facenti parte di un unico sistema. Per comunicazione si intende sia quella verbale che quella non verbale; la struttura è definita soprattutto dalle caratteristiche dei confini tra i membri della famiglia, ovvero da ciò che definisce la gerarchla ed i diversi ruoli nell'ambito del gruppo familiare: vi sono confini tra i sottosistemi (genitori, figli, nonni, ecc.) e all'interno di questi tra gli individui.

L'esistenza di paradossi nella comunicazione tra membri della famiglia, come messaggi che si contraddicono tra loro, e disfunzioni nei confini tra i membri, come un'eccessiva "permeabilità" o un'eccessiva "impermeabilità" agli stati emotivi reciproci, possono essere implicati nella genesi o nel mantenimento dei disturbi. Da un rapporto emerge che l'86% di 50 soggetti di sesso femminile, con anoressia, sottoposti a trattamento assieme alle loro famiglie, presentava ancora una buona funzionalità nelle valutazioni post-trattamento effettuate da 3 mesi a 4 anni dopo il trattamento stesso.

Volutamente gli autori di questo sito non esprimono pareri sulla validità dei vari tipi di terapia, ritenendo che una componente importante ai fini del risultato, sia la capacità del singolo professionista ed anche la positività del rapporto che si stabilisce tra questo ed il paziente.

Consigliamo quindi tutte le persone che ritengono di avere necessità di un supporto psicologico, di valutare attentamente proprio questi aspetti, prima di fare una scelta definitiva.

Consulenze  del prof.

Gabriele Buracchi :

FIRENZE. Tel 339 1244602

REGGELLO (Firenze). presso CENTRO MEDICO via Mentana 14 tel 055 868308 oppure per informazioni 339 1244602

FIGLINE VALDARNO (Firenze)
presso ERBORISTERIA IL GIGARO via Magherini Graziani 29 tel 055 9154221 oppure per informazioni 339 1244602

PRATO presso STUDI MEDICI V.le Montegrappa 24 tel 0574 575259 oppure per informazioni 339 1244602

QUARRATA (Pistoia) presso Studi Medici Galeno Srl via Ronchi 17 tel 0573 1940210

S.CROCE SULL'ARNO (Pisa) presso CENTRO SALUS tel 0571 34484 oppure per informazioni 339 1244602

PAGANICO (Grosseto) presso Ambulatorio Medico Corso Fagarè 48 tel 0564 905619

FOLLONICA (Grosseto) presso Istituto Fisiokinesiterapico Follonichese Via Bicocchi 1/E (ex-cartiera)tel 0566 263298

Per informazioni

339 1244602

oppure scrivere a info@psicos.org

I NOSTRI ARGOMENTI

HOME PAGE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: IL PERCHÉ EVOLUTIVO

INTOLLERANZE ALIMENTARI: COSA SONO

INTOLLERANZE ALIMENTARI: MECCANISMI D'AZIONE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: POSSIBILI SINTOMI

INTOLLERANZE ALIMENTARI: COME SCOPRIRLE

INTOLLERANZE ALIMENTARI: DOVE EFFETTUARE IL TEST

INTOLLERANZE ALIMENTARI: EVITARLE ALIMENTANDOSI BENE

MAGRI E SANI

GRASSO

PERCHE'SI INGRASSA

PANCIA E TESTA

DIMAGRIRE DAVVERO

MODIFICARE GLI STILI DI VITA

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

ANORESSIA

MA COSA E' DAVVERO L'ANORESSIA?

BULIMIA

MA COSA E' DAVVERO LA BULIMIA?

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLAT (Binge)

OBESITA'

MA COSA E' DAVVERO L'OBESITA'?

CHE FARE?

I VARI TIPI DI TERAPIA

LA NATURA DEI DISTURBI D'ANSIA

COSA E' DAVVERO L'ANSIA?

ANSIA NORMALE E ANSIA PATOLOGICA

ANSIA (i criteri diagnostici)

AGORAFOBIA (i criteri diagnostici)

Sei ansioso? Prova con il nostro test

per saperne di più, visita anche:

PSICOS

INTOLLERANZE ALIMENTARI

ANSIA E ATTACCHI DI PANICO

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CENTRO MEDICO REGGELLO

Qualche piccolo consiglio di autodifesa per Psicopazienti

1) Accertatevi che la persona cui vi affidate per una terapia o anche per una "semplice" dieta sia una persona abilitata a farlo. Specialmente nel campo delle diete e del dimagrimento abbondano e forse sono la maggioranza, personaggi assolutamente privi di preparazione professionale e che non hanno nessuna idea dei danni alla salute degli altri che provocano. Se vi capita di incontrare qualcuno di questi personaggi, segnalatelo ai CARABINIERI o alla POLIZIA. Proteggerete voi stessi e gli altri.

2) Diffidate di chi vi dice che seguendo le sue indicazioni terapeutiche sicuramente risolverete il vostro problema.

3) Diffidate di chi vi dice che il suo metodo è l'unico che funziona.

4) Diffidate di chi vi dice che si tratta di un problema di rapida soluzione.

5) Diffidate di chi non vi spiega quale è la sua procedura e quali sono le tappe intermedie da raggiungere.

6) Prima di fare una scelta consultate più specialisti.

VISITA : LA NATURA DEI DISTURBI D'ANSIA

oppure ...Torna all' HOME PAGE

I LIBRI DI GABRIELE BURACCHI

LASCIA UN COMMENTO SUL BLOG

DAL MARZO 2008 IN TUTTE LE LIBRERIE

IL LIBRO PER CHI VUOLE DIFENDERSI DAL CIBO

SPAZZATURA

MERENDINE, BIBITE, FAST FOOD

Contiene un CD calcolatore che vi permetterà di conoscere gli effetti dei prodotti industriali sul vostro organismo

DA GENNAIO 2008

IN TUTTE LE LIBRERIE

Il libro di Gabriele Buracchi per chi ha:

"PAURA DI VOLARE"

Contiene un CD con tecniche di rilassamento